Home -> News 

Risparmiamo a 360 gradi

ma è veramente così?

certificazione energeticaNon è una novità che ciascuno di noi abbia un occhio di riguardo per il risparmio in tutte le sue forme, ma gli aspetti sui quali ci soffermiamo di più sono sicuramente quelli legati ai consumi quotidiani: carburante, acqua, luce e gas. È veramente sufficiente?

Uno dei primi aspetti ad essere preso in considerazione da ciascuno di noi quando si parla di risparmio è sicuramente il costo del carburante. Se da un lato i dati riguardanti i primi nove mesi del 2012 comunicati dall'Unione Petrolifera attestano, infatti, un calo dei consumi di carburante del 9,3%, dall'altro emerge che nonostante la forte flessione il gettito fiscale derivante da iva e accisa di benzina e gasolio ha superato del 15,6% quello dello stesso periodo del 2011. Ciò significa che sebbene gli italiani abbiano utilizzato 4.977.000 tonnellate di combustibile in meno rispetto 2011, hanno pagato 3,7 miliardi di euro in più di tasse sul combustibile consumato.

Un altro aspetto sicuramente importante per il risparmio degli italiani è il consumo degli elettrodomestici. Se si pensa, infatti, a quanti apparecchi si utilizzano quotidianamente nelle case per illuminare, refrigerare, cucinare, lavare, asciugare, stirare, riscaldare, condizionare, ventilare e per l'intrattenimento ci possiamo fare un'idea di quanto questi incidano sui bilanci familiari. Da gennaio 2013, inoltre, entreranno in vigore in Europa i nuovi requisiti di efficienza energetica minima e di consumo massimo per qualsiasi prodotto connesso all'energia, perciò si spazia dagli elettrodomestici agli apparecchi di trasferimento e misurazione dell'energia (caldaie, finestre, rubinetterie, ...). L'introduzione di questi innovativi criteri di efficienza è volta a migliorare l'efficientamento delle apparecchiature di uso quotidiano allo scopo di migliorare la sostenibilità ambientale. Per aiutare i consumatori ad orientarsi nel vasto mercato sono state introdotte le etichette che indicano la classe energetica dell'elettrodomestico; alle classi energetiche già esistenti, che vanno dalla A alla G, vengono affiancate ora le A+, A++ e A+++.

Appare quindi chiaro come automobile ed elettrodomestici costituiscano dei punti chiave all'interno dei bilanci familiari degli italiani, ma vorremmo invitarvi a riflettere su un terzo aspetto che, a nostro parere, viene troppo spesso sottovalutato. Migliorare l'efficienza delle apparecchiature che usiamo è senz'altro una saggia decisione, così come lo è il prediligere le fonti di energia rinnovabili, soprattutto quando si parla di riscaldamento e condizionamento degli edifici: se noi riusciamo a produrre una sufficiente quantità di calore (o di frescura) impiegando una bassa quantità di energia questo si traduce automaticamente in risparmio. Ma cosa accade se le nostre case non sono costruite in modo tale da contenere questo calore nei mesi freddi o di tenerlo fuori nei mesi caldi? L'impegno che noi mettiamo per ottimizzare i consumi energetici viene facilmente vanificato da un isolamento inadeguato, cosicché l'edificio finisce per disperdere nell'ambiente circostante ciò che noi produciamo al suo interno per il nostro comfort. Occorre quindi valutare attentamente la possibilità di isolare al meglio le pareti e le coperture della nostra casa, magari con un intervento di coibentazione poco invasivo e relativamente economico. Anche la legislazione procede, inoltre, in questo senso con l'introduzione dal 2012 della certificazione energetica degli edifici (o dell'attestato di certificazione energetica, a seconda delle regioni).
Compila ed Invia il tuo commento
Copia il codice di sicurezza *: captcha reload Scrivi il testo dell'immagine:

* campi obbligatori

Isolamento casa in tutta Italia
SIAMO OPERATIVI IN TUTTA ITALIA
CHIAMACI PER TROVARE L’OPERATORE PIÙ VICINO A TE.
Numero verde Isolare
CERCHIAMO NUOVI OPERATORI