Home -> News 

Come scoprire se la tua casa ha bisogno di un intervento di isolamento

Il controllo energetico della casa è una buona pratica che andrebbe fatta per consentire maggiore comfort e risparmio economico.

Muffe o tracce di umidità sui muri?
Costo elevato delle bollette del gas?
Freddo d’inverno e caldo d’estate?

Se hai risposto sì a queste tre domande, probabilmente la tua casa ha bisogno di un intervento di isolamento. Niente paura, è possibile sempre verificarlo, sia attraverso un’ispezione preliminare fai da te, che con una verifica professionale da parte di un tecnico.

Che la tua casa sia di nuova costruzione o che sia stata costruita qualche anno fa, sarà possibile sempre verificarne l’efficienza energetica, per capire se c’è bisogno di creare uno strato di isolamento oppure di implementare quello già presente. Le case costruite in passato tradizionalmente sono meno isolate rispetto alle nuove, ma l’aggiunta di un buon sistema di isolamento consente un risparmio notevole: in pratica l’intervento viene interamente ripagato.

Per procedere ad isolare la tua casa dunque, puoi fare un’ispezione preliminare per scoprire quale isolamento è già presente e dove si trova, per quantificare poi il bisogno reale di un intervento. In tutti i casi, il controllo energetico della casa è una buona pratica che andrebbe fatta per consentire a chi ci abita di avere un maggiore comfort e risparmio economico.

 

 Come scoprire se la tua casa ha bisogno di un inte Come_scoprire_se_la_tua_casa_ha_.jpg (Art. corrente, Pag. 1, Foto generica)

Come effettuare il controllo energetico della casa

In primis è possibile verificare la presenza di eventuali isolanti attraverso la certificazione energetica, uno strumento che stabilisce, in base alla normativa italiana, quanto consuma un edificio, ne quantifica le dispersioni termiche attraverso l’involucro e i valori di trasmittanza allo stato di fatto per ogni elemento dell’involucro. La classe energetica classifica le prestazioni energetiche dell’abitazione e viene indicata con una lettera, dalla A alla G, e con un numero che ne identifica i consumi.

La classe viene misurata da un professionista attraverso calcoli termici relativi alle caratteristiche dell’edificio, alla zona climatica e alla destinazione d’uso. La certificazione si compila conoscendo e sommando i valori di trasmittanza λ per gli spessori di materiale che compongono la stratigrafia dell’involucro esterno, al fine di valutare la dispersione termica U.

Procedi dunque a identificare:

  • Dove la casa è isolata, dove non lo è e dove dovrebbe esserlo
  • Se si dispone di un isolamento termico, di che tipo di isolamento si tratta
  • Lo spessore o profondità dell’isolamento esistente 

Oltre alla certificazione energetica, che è bene verificare, esiste anche un metodo fai da te per controllare la presenza di isolamento, procedendo in questo modo

Stacca la corrente elettrica, rimuovi una piastra di un interruttore della luce, e prova ad illuminare lo spazio interno. Da lì dovrebbe già essere possibile notare l’eventuale presenza di materiali isolanti.

Una cosa che raccomandiamo sempre è la verifica dello stato della casa in termini di isolamento, anche per capire se l’intervento di isolamento tramite insufflaggio di fibra di cellulosa è quello giusto per il risultato che si vuole ottenere. Procedere senza una vera analisi farà spendere molti più soldi e non farà ottenere i vantaggi desiderati.

Compila ed Invia il tuo commento
Copia il codice di sicurezza *: captcha reload Scrivi il testo dell'immagine:

* campi obbligatori

Isolamento casa in tutta Italia
SIAMO OPERATIVI IN TUTTA ITALIA
CHIAMACI PER TROVARE L’OPERATORE PIÙ VICINO A TE.
Numero verde Isolare
CERCHIAMO NUOVI OPERATORI