tetto e pareti in bioedilizia o tradizionali" />

Numero Verde

Facebook Google Plus Linkedin Youtube email

Isolamento termico con fibra di cellulosa in luogo del cappotto termico

L’importanza di ridurre i consumi energetici
 
La maggioranza delle abitazioni italiane è stata costruita senza troppa attenzione all’efficienza energetica, questo comporta spese di riscaldamento e climatizzazione molto più elevate rispetto alle nuove costruzioni oltre ad un comfort abitativo minore.
Una buona coibentazione è ancora possibile e spesso non richiede nemmeno spese esagerate o lunghi tempi di lavorazione.
La fibra di cellulosa è un isolante termico naturale che si presenta sotto forma di morbidi fiocchi di colore grigio, trattati con dei sali minerali per renderla più resistente al fuoco, all’acqua ed agli insetti.
La si utilizza posata sfusa sopra al solaio dei tetti chiusi, chiamati anche a “nido d’ape” o “a muretti e tavelloni” o per riempire tramite insufflaggio la camera vuota dei tetti in legno, così come in tutte le intercapedini vuote dei muri perimetrali di milioni di case e condomini costruite lasciando un vuoto tra la doppia fila di mattoni, pensando che l’aria fosse comunque un buon isolante termico.
Essendo un prodotto a base di legno, ha caratteristiche termiche molto elevate, sia come freno alla fuoriuscita del calore invernale, sia come inerzia termica estiva, che è molto importante nei materiali isolanti per ottenere anche in estate risultati elevati di più fresco in casa.

Come isolare i muri
Come isolare il tetto

Grande risparmio energetico

La fibra di cellulosa permette di ottenere risultati molto elevati, basti pensare che un solo cm di isolante equivale a 10-12 cm di mattone.
Uno strato di 30 cm sul tetto riduce del 90% la dispersione e porta ad un risparmio sulle spese di riscaldamento del 25% ÷ 35% a seconda della struttura esistente, con un aumento di temperatura in inverno in tutta la casa di almeno 3°C oltre ad un comfort maggiore dovuto alla uniformità di temperatura che si ottiene, sparisce cioè quel senso di spiffero, di freddo che spesso sentiamo anche se il termometro di casa segna i 20°C.

Dati tecnici isolamento termico

Richiedi Preventivo

Scopri ora i vantaggi di ISOLARE al meglio la tua casa!

Il migliore isolamento termico per tetto e pareti in bioedilizia o tradizionali